Bando di Concorso per il conferimento di Borse di Studio agli iscritti alla Scuola di Alta Formazione in Diritto del Lavoro, Sindacale e della Previdenza Sociale “Luca Boneschi"

3 maggio 2021

Alta Scuola ,

Bando di Concorso per il conferimento di Borse di Studio agli iscritti alla Scuola di Alta Formazione in Diritto del Lavoro, Sindacale e della Previdenza Sociale “Luca Boneschi"

Il Consiglio Esecutivo Regionale (CER) di AGI Lombardia, nella riunione del 13 aprile 2021, ha deliberato di indire un concorso per il conferimento di borse di studio alle avvocate e agli avvocati iscritti, per il biennio 2021/2022, alla Scuola di Alta Formazione in diritto del lavoro, sindacale e della previdenza sociale “Luca Boneschi” (di seguito “la Scuola”). Con tale iniziativa, volta ad agevolare l’accesso all’attività formativa della Scuola, il CER intende altresì ricordare e commemorare il collega avv. Sergio Barozzi, prematuramente scomparso, il quale, nell’opera da lui svolta quale componente del CER medesimo, ha sempre mostrato una particolare attenzione per i temi della formazione professionale e della specializzazione delle avvocate e degli avvocati giuslavoristi, fornendo più volte spunti di riflessione di estremo interesse per tutti coloro che si occupano di diritto del lavoro; per tale motivo le borse di studio oggetto del presente bando vengono intitolate a Sergio Barozzi, allo scopo di onorarne la memoria.


Articolo 1 – Numero ed importo delle borse di studio bandite
Sono bandite sei borse di studio, di importo pari ad € 3.000,00 lordi ciascuna, destinate alle avvocate e agli avvocati in possesso dei requisiti di cui al successivo art. 2.
Le borse di studio previste dal presente bando sono incumulabili e/o incompatibili con altre borse di studio eventualmente erogate da AGI e/o da altri Enti e Soggetti promotori.


Articolo 2 – Requisiti di partecipazione al concorso
Possono partecipare al concorso le avvocate e gli avvocati, iscritte/i ad uno qualsiasi degli albi degli Ordini Forensi della Lombardia, le/i quali:
a)  abbiano presentato, con le modalità previste dal relativo Bando, domanda di iscrizione alla Scuola 
per il biennio 2021/2022. Resta inteso che saranno esclusi dalla graduatoria di cui al successivo articolo 4 le/i candidate/i la cui domanda di iscrizione alla Scuola non venga accolta per mancanza di posti disponibili, secondo quanto previsto dall’art. 3 del relativo Regolamento, o per qualsiasi altro motivo;
b)  abbiano dichiarato alla Cassa Forense, per l’anno 2019, un reddito professionale netto non superiore a € 30.000,00. Il requisito reddituale per coloro che non erano iscritti alla Cassa Forense nel 2019, 
deve intendersi verificato qualora il richiedente - con riferimento a tale anno - abbia dichiarato ai fini IRPEF un reddito lordo da lavoro dipendente o reddito professionale non superiore a euro 30.000;
c) abbiano conseguito un voto di laurea non inferiore a 95/110;
d)  abbiano superato la prova orale dell’esame di Stato per l’abilitazione all’esercizio della professione 
forense con un punteggio complessivo non inferiore a 210 punti; 

e)  dichiarino, attraverso dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, di non aver partecipato ad altri bandi 
aventi la medesima finalità e si impegnino a non parteciparvi in caso di assegnazione della borsa di studio prevista dal presente bando. 



Articolo 3 – Termine e modalità per la presentazione della domanda
La domanda di borsa di studio deve essere presentata al CER di AGI Lombardia entro e non oltre il 15 giugno 2021.
La domanda deve essere inviata all’indirizzo di posta elettronica agilombardia@giuslavoristi.it e deve essere corredata da una dichiarazione con la quale la/il candidata/o, sotto la propria responsabilità, attesta di essere iscritta/o ad un Ordine degli Avvocati della Lombardia e di essere in possesso dei requisiti previsti dal precedente art. 2, lettere a) e b), ed indica, altresì, il voto di laurea ed il punteggio conseguito alla prova orale dell’esame di Stato per l’abilitazione all’esercizio della professione forense.


Articolo 4 – Formazione della graduatoria
L’assegnazione delle borse di studio avverrà sulla base di una graduatoria formata dal CER di AGI Lombardia all’esito di una valutazione complessiva – con le modalità specificate più oltre – dei seguenti elementi: voto di laurea, punteggio conseguito all’esame di Stato, reddito.
a)  Per il voto di laurea sarà attribuito un punteggio da 10 a 25 punti, secondo le seguenti fasce di 
votazione:
        -  110 e lode: punti 25 

        -  da 108 a 110: punti 21 

        -  da 105 a 107: punti 17 

        -  da 101 a 104: punti 13 

        -  da 95 a 100: punti 10 

b)  In relazione al punteggio conseguito all’esame di Stato saranno attribuiti da 5 a 25 punti, secondo le seguenti fasce decrescenti di punteggio:
        -  da 280 a 300: punti 25 

        -  da 260 a 279: punti 20 

        -  da 240 a 259: punti 15 

        -  da 220 a 239: punti 10 

        -  da 210 a 219: punti 5 


c) Per il reddito saranno attribuiti da 30 a 50 punti, in base ai seguenti scaglioni reddituali: 

        -  reddito inferiore ad € 18.000,00: punti 50 

        -  reddito compreso tra € 18.001,00 e € 22.000,00: punti 45 

        -  reddito compreso tra € 22.001,00 e € 25.000,00: punti 40 

        -  reddito compreso tra euro 25.001,00 e euro 27.500,00: punti 35 

        -  reddito compreso tra euro 27.501,00 e euro 30.000,00: punti 30.


d) In caso di parità di punteggio complessivo tra due o più candidati/e, sarà data precedenza in graduatoria alla candidata/al candidato con il reddito inferiore. 



Articolo 5 - Pubblicazione della graduatoria
La graduatoria provvisoria sarà pubblicata sul sito web di AGI Lombardia entro il 15 luglio 2021. A coloro che occuperanno i primi 6 posti, in ordine decrescente, nella graduatoria, sarà richiesto di presentare – entro e non oltre venti giorni – i seguenti documenti:
- certificato di iscrizione ad un Ordine degli Avvocati della Lombardia;
- copia del modello 5 inviato alla Cassa Forense nel 2020 ovvero, nel caso di mancata iscrizione alla Cassa Forense nell’anno 2019, copia della dichiarazione dei redditi 2019 presentata nel 2020;
- certificato attestante il voto di laurea;
- attestato del punteggio ottenuto alla prova orale dell’esame di Stato, rilasciato dall’Ufficio Esami della Corte d’Appello e/o dal Consiglio dell’Ordine;
- dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà corredato da copia del documento di identità con i contenuti di cui al punto e) dell’art. 2 del presente bando.     

Nel caso in cui la suddetta documentazione non venga presentata nel termine sopra indicato o dall’esame della stessa risulti che i dati comunicati nella dichiarazione allegata alla domanda di borsa di studio non sono corretti, la/il candidata/ovvero le/i candidate/i interessate/i sarà esclusa/o o saranno escluse/i dalla graduatoria e la presentazione della documentazione sarà richiesta alla/al candidata/o ovvero alle/ai candidate/i collocate/i in graduatoria nelle posizioni successive alla quinta.


Articolo 6 – Assegnazione e pagamento delle borse di studio

Le borse di studio saranno assegnate alle/ai prime/i sei classificate/i nella graduatoria definitiva, formata in base all’esame della documentazione fornita dalle/dai candidate/i ai sensi del precedente art. 5, che sarà pubblicata sul sito di AGI Lombardia entro il 10 settembre 2021.

Resta inteso che nessuna borsa di studio 
sarà assegnata qualora la Scuola decidesse di non tenere il corso, ai sensi di quanto stabilito nell’art. 4 del relativo Bando.
Le borse di studio saranno pagate, in unica soluzione, entro il 20 dicembre 2021, mediante assegno circolare intestato a ciascuna assegnataria o ciascun assegnatario.


Articolo 7 - Decadenza dal beneficio della borsa di studio.
L’assegnataria/o della borsa di studio decadrà dal beneficio qualora:
a)  si ritiri dal corso o comunque lo abbandoni, cessando di frequentarlo; 

b)  venga esclusa/o dal corso per inosservanza del Regolamento della Scuola e/o per mancato 
pagamento delle quote di iscrizione; 

c)  non abbia superato l’esame finale del biennio previsto dall’art. 10 del Regolamento della Scuola; 

d)  abbia conseguito altra ulteriore borsa di studio e/o abbia rilasciato falsa dichiarazione con riferimento 
al punto e) dell’articolo 2 del     presente bando. 

In caso di decadenza, l’assegnataria/o sarà tenuta/o a rimborsare ad AGI Lombardia – entro e non oltre dieci giorni dalla comunicazione di avvenuta decadenza – le somme percepite.

torna all'inizio del contenuto